Curiosità

Sai cos’è l’acido urico?

A partire dalla mezza età, un italiano su quattro presenta aumentati livelli circolanti di acido urico

L’acido urico è un sostanza che deriva sia dalla distruzione delle cellule dell'organismo vecchie o danneggiate sia da alcuni alimenti comuni. Carne e frutti di mare ne sono particolarmente ricchi; anche gli alcolici (soprattutto i superalcolici e la birra) e le bevande contenenti fruttosio favoriscono l’aumento dei livelli di acido urico nel sangue. Quando questi livelli superano i 6 mg/dL l’acido urico tende a precipitare a livello della articolazioni determinando arrossamento, gonfiore e dolore intenso. L’articolazione dell’alluce è quella più frequentemente colpita (da qui il termine podagra, dolore al piede) ma possono essere colpite anche caviglie, ginocchia, anche, polsi. Oggi la gotta è la forma di artrite più frequente nell’anziano. Colpa delle abitudini alimentari (troppa carne, troppe bevande contenenti fruttosio, troppi alcolici) che nel corso di pochi decenni hanno fatto raddoppiare i livelli di acido urico nel sangue. La notevole diffusione dell’iperuricemia nella popolazione rappresenta un problema importante perché l’acido urico, quanto presente in circolo a concentrazioni aumentate (piu di 6 mg/dL), non solo può danneggiare le articolazioni ma può determinare importanti problemi a livello dei reni e dell’apparato cardiovascolare. Numerosi studi dimostrano, infatti, che il fatto di avere aumentati livelli di acido urico nel sangue aumenta al rischio di sviluppare diabete, ipertensione e malattie a carico del cuore, del cervello e dei reni. Tenere sotto i controllo l’uricemia è quindi quanto mai opportuno. Parlane con il tuo medico che ti saprà consigliare al meglio.