Cura del corpo

Le regole del piede sano

I nostri piedi ci sostengono, ci portano dovunque, reggono tutto il peso del nostro corpo ogni giorno. Eppure non ce ne prendiamo mai cura abbastanza

Avere piedi sani è la premessa fondamentale per il benessere psicofisico dell'intero organismo. Troppo spesso, purtroppo, li consideriamo poco più di una stampella, costringendoli all’interno di calzature troppo strette o troppo dure, non curandoci del fatto che la pelle sia troppo umida o, all’opposto, troppo secca e imponendo loro posizioni innaturali. Le donne sono in genere più attente degli uomini nella cura dei propri piedi e riferiscono di sentirsi meglio con se stesse e con gli altri quando sanno di averli in ordine. E’ soprattutto nel periodo estivo che i piedi diventano oggetto di particolari attenzioni da parte delle donne perché le calzature aperte non consentono di nascondere eventuali imperfezioni. Scarpe scomode e tacchi alti sono i nemici giurati dei nostri piedi perché ci costringono ad assumere posizioni innaturali che inevitabilmente si ripercuotono su tutta la colonna vertebrale determinando la comparsa di disturbi posturali. Poche semplici regole da tenere a mente possono aiutarci a riservare ai nostri piedi le attenzioni che meritano.
Controllare regolarmente i piedi: l’attrito prolungato con le calzature, soprattutto se non molto comode, può causare ispessimenti della pelle e vesciche che non di rado di formano in piccole aree difficili da ispezionare, ad esempio ai lati delle dita. Uno specchio poggiato sul pavimento aiuta ad ispezionare con l’attenzione dovuta la pelle della pianta del piede.
Asciugare bene i piedi dopo averli lavati: è bene utilizzare saponi delicati, soprattutto se la pelle è secca e disidratata. Asciugare bene i piedi prima di calzare le scarpe perché l’eccesso di umidità, insieme al calore della pelle, all’interno delle calzature crea un ambiente ottimale per la crescita di microbi. L’umidità eccessiva negli spazi interdigitali favorisce, inoltre, l’insorgenza di macerazioni cutanee.
Prevenire la secchezza della pelle: è bene idratare i piedi con creme idratanti o emollienti, soprattutto dopo la doccia o il bagno. La zona del calcagno merita particolare attenzione perché è particolarmente soggetta alla disidratazione.
Sudorazione eccessiva o cattivo odore ai piedi: in questi casi è fondamentale curare l’igiene dei piedi con regolarità. In commercio sono disponibili deodoranti spray che aiutano a mantenere il piede fresco ed asciutto a lungo, eliminando la proliferazione di funghi e batteri, principali responsabili del cattivo odore. Molto efficaci sono anche gli spray da spruzzare dentro le scarpe prima e dopo il loro utilizzo; eliminano i cattivi odori già esistenti nelle calzatura e, usati regolarmente, aiutano a proteggere la formazione di nuovi odori. E’ bene anche utilizzare calzature poco occlusive e traspiranti e calze in cotone per favorire l’evaporazione del sudore.
La cura delle unghie richiede attenzione: nel tagliarle è bene non smussare gli angoli per evitare che l’unghia poi cresca sotto la pelle (la cosiddetta “unghia incarnita”). Evitare forbicine appuntite perché potrebbero creare piccole ferite che sarebbero esposte al rischio di infezioni microbiche.
Scegliere bene le calzature: è bene non badare solo all’aspetto estetico ma anche (e soprattutto) alla salute del piede: punta arrotondata, larghezza di qualche millimetro maggiore rispetto alle misure del piede, materiali che facilitino la traspirazione, suola antiscivolo e tacco adeguato (1-2.5 centimetri per l’uomo e 3-5 centimetri per la donna rappresentano il giusto compromesso tra estetica e salute dei nostri piedi) sono gli elementi da considerare con maggiore attenzione nella scelta di una calzatura. Per chi fa sport (ma non solo) è consigliabile inserire all’interno delle calzature solette plantari in lattice o gel, indicate per attutire gli urti contro il terreno permettendo la traspirazione della pelle del piede, che così resta fresco e asciutto.
Pediluvio si, ammollo no! Un buon pediluvio ammorbidisce la pelle del piede e procura un immediato senso di benessere. Attenzione a non esagerare con la durata (non più di 10 minuti) e con la temperatura (non più di 37°C)!