Benessere

E’ primavera, tempo di sport all’aria aperta

Con la bella stagione ormai alle porte, aumenta la voglia di fare sport. Attenti però alle “ruggini” invernali…

La primavera è nell’aria, le giornate si allungano ed il clima si fa progressivamente più mite e aumentano le occasioni per una giornata di svago all'aperto: passeggiate nei parchi o nei boschi, uscite di gruppo in bicicletta o escursioni in montagna.
Per strada c’è sempre più gente in tenuta ginnica che si cimenta a fare sport, complice la tanta voglia di stare all’aria aperta. L'attività fisica è davvero la principale strada per il benessere, soprattutto se praticata in modo regolare e all'aria aperta. Il cambio di stagione è l'occasione giusta per ritrovare la carica, migliorare l'umore, stimolare l'organismo e tonificare i classici punti deboli della nostra linea: pancia, fianchi e cosce. Non è un caso che molte persone proprio in questo periodo, come risvegliandosi da un lungo letargo, si iscrivano in palestra o in piscina quasi a voler recuperare, attraverso il movimento, uno stato di buona salute che i malanni invernali avevano in qualche modo sopito. In primavera gli amanti del jogging, dell’esercizio fisico, dello sport all’aria aperta vengono allo scoperto e i parchi cittadini si riempiono di persone in tuta, di tutte le età.
Purtroppo cominciare a fare sport proprio in questo periodo dell’anno non è proprio la cosa più saggia, e bisogna adottare molte accortezze perché rimettere in moto muscoli poco o nulla allenati può comportare qualche rischio di andare incontro a strappi o contratture ai muscoli, mal di schiena, distorsioni, dolori articolari.
La prima regola, se si vuole iniziare un’attività fisica, è non esagerare procedendo sempre per gradi, senza strafare. Qualche semplice consiglio può aiutare il nostro organismo a rinascere dopo il letargo invernale.